Letti – autoritratto della mia impronta

Attorno al mondo, nel girovagare della vita io affido me stessa, affido la mia impronta a letti sconosciuti. Accolgono il mio corpo, lo avvolgono, lo ricaricano, fanno sì che io mi fidi di loro. Sentono la pelle nuda, pezzi di stoffe calde, capelli che si lasciano andare, la faccia che affonda e si respira. Le ciglia si accartocciano, gli occhi non si aprono. Il sonno arriva senza dubbi addosso e vince. Nulla più del mio corpo è in movimento, si è addormentato. Giace in pose non consone, proverebbe vergogna a saper di esser guardato. Il letto lo accoglie, se ne prende cura e lo protegge fino al mattino. Ho raccolto gli scatti che faccio ai letti dove dormo quando sono in viaggio. Tutti insieme danno una visione molto intima, i lenzuoli stropicciati parlano di me. Le mie stampe sono in bianco e nero cucite su pezzi di...

Pin It on Pinterest